Antonio Scardino

Dr. Antonio Scardino

Sono nato a Roma il 17 Marzo del 1968. Ho vissuto dalla nascita alla laurea al quartiere Magliana, in una famiglia di proletari poi imborghesiti con il passare degli anni. In casa mia, negli anni settanta c’è stata una comune marxista leninista. Oggi siamo professionisti della borghesia medio-alta. Sono cresciuto fra i libri di psicologia dei miei genitori e nella cultura tipica del Sud, per la quale quello che non si vede è importante quanto quello che si vede. Ho intrapreso gli studi di medicina il giorno che ho detto a mio padre di volermi iscrivere a Psicologia e lui mi ha manipolato fino al punto di farmi cambiare idea. Dopo la laurea in medicina sono partito militare come ufficiale di fanteria d’assalto e poi per gli stati uniti, per due anni, al National Cancer Institute del National Institute of Health di Bethesda (Maryland). Ho quindi trascorso circa otto anni a Parigi, all’Institut Pasteur, dove ho conseguito un dottorato in immunologia dei tumori. Oggi ho quarantasette anni, sono sposato con Giulia e ho tre figli: Jacopo, Marco e Ettore; sono medico di famiglia a Sirolo, una bellissima città delle Marche.

Le cose che so fare meglio sono le stesse di quando ero bambino: camminare, guardare, ascoltare, stare in mezzo alla gente, viaggiare, fuggire via, chiedermi sempre il perché delle cose… Scrivere.

Adoro le sale d’aspetto: mi affascina l’incredibile potenziale che emana da esse.

2505 2016

Lidia Hashimoto

maggio 25th, 2016|0 Comments

Lidia venne da me una mattina ventosa di fine Aprile. Il cielo cangiante, grigio, poi soleggiato a tratti, poi piovoso… Trent’anni, un bel sorriso, i capelli di un biondo quasi giallo, ossigenati molto tempo prima, tanto che la ricrescita era evidente. Indossava fuseaux neri e una blusa nera di cotone, lunga che arrivava quasi fino alle ginocchia. Solo le scarpe erano assai colorate, da ginnastica, verdi chiare. Si presentò dicendo […]

305 2016

La sala d’attesa – Intro

maggio 3rd, 2016|0 Comments

La sala d’aspetto è un luogo magico dove si veicolano le energie di tutte le persone che lì attendono. Un luogo dove si è costretti a ripassare la lezione, poiché davanti al medico si tenterà di dare una narrativa convincente alla propria paura. Nella sala d’aspetto si è costretti a dare forma solida e compiuta a tutti i meccanismi di difesa ed evitamento che hanno operato fino al giorno […]